Questo sito utilizza cookie tecnici, propri e di terze parti, per analizzare l’andamento delle visite (in forma anonima e aggregata), per migliorare la navigazione e per collegarti ai tuoi canali social. Se vuoi approfondire l’utilizzo dei cookie in questo sito, clicca sul bottone informazioni. Cliccanndo su OK o continuando a navigare nel sito, acconsenti all’uso dei cookie in esso utilizzati.

Lunedì, Novembre 18, 2019

Il viaggio del giovane Antonio - 16

Stampa Email

Riassunto delle puntate precedenti: Antonio Pacinotti, accompagnato dal fratello Giacinto, intraprende un viaggio a Parigi, Londra e Bruxelles per documentarsi suli Servizi  Meteorologici di quei paesi, su incarico di Carlo Matteucci. A Parigi il direttore del servizio, il prof. Le Verrier, si rifiuta di riceverlo in quanto inviato dal Matteucci. Questi fa allora spedire una lettera dal Ministero della Marina che attesti che Pacinotti è stato incaricato dallo stesso Ministro. La lettera Ministeriale tarda ad arrivare, per cui Antonio e Giacinto, dopo aver visitato laboratori ed officine, decidono di partire per Londra. Giunto a Londra, Antonio Pacinotti prende contatti con la ditta Negretti & Zambra, produttrice di strumenti meteorologici e con Mr Babington, responsabile per la meteorologia dell'Osservatorio presso il Board of Trade di Londra. A dispetto della sua limitatissima conoscenza dell'inglese, Antonio riesce ad ottenere in forma scritta le informazioni che gli interessano.

Ormai la tappa londinese volge al termine: Antonio Pacinotti ha previsto di lasciare Londra l'11 agosto e nei giorni che precedono la  partenza visita gli Osservatori di Greenwich e di Kew, raccoglie l'ultima documentazione e finalmente si accommiata dal sig. Babington.

Nella notte tra l'11 ed il 12 agosto, Antonio e Giacinto si imbarcano per Ostenda, da cui raggiungeranno Bruxelles: prima della partenza scrivono al padre Luigi, da cui hanno ricevuto una lettera. Qui riportiamo tanto la bozza della lettera di commiato da Mr. Babington preparata da Antonio quanto la lettera dei due fratelli al padre Luigi.


Questa la trascrizione della lettera per il sig. Babington:

Pregiatissimo Sig.re
Lond 10 Ago 65
Per quanto speri di avere il bene di venirlo a trovare prima di dover partire da Londra, tuttavia sento il bisogno di dirigerle due versi per prender congedo. Ieri gli sarà pervenuto il mio appunto di ricevimento delle pubblicazioni dell'Ufficio Meteorologico del Board of Trade, che Ella mi ha favorite per l'Ufficio Meteorologico centrale d'Italia. Tali pubblicazioni saranno consultate e grandemente giovevoli nella montatura del servizio Meteorologico in Italia.
Per ciò esprimendo a Lei sentimenti di gratitudine, ho il piacere di segnarmi suo
Devot Obb.mo
A.P.

Questo invece il testo della lettera di Antonio e Giacinto Pacinotti al padre Luigi. In essa Antonio conferma l'intenzione, già manifestata in precedenza al padre, di non dare seguito all'incarico ricevuto dal Matteucci.

Carissimo Babbo
Londra 11 Agosto
Riceviamo in questo momento una sua lettera ove ci rimproverava che non gli si scriva, veramente la nostra ultima era del 6, e si aveva intenzione ora mai di scriverle dopo la traversata, anche a noi non sono arrivate tutte le sue lettere e una se ne è persa; sia come sia l'importante è che noi si sta bene. Domani alle 4 di mattina partiremo per Ostenda e di lì andremo a Bruxelles dove ci tratterremo 2 o 3 giorni al più per andare subito a Parigi.

Si sono veduti gli osservatori di Grinwich [sic]e di Kiw [sic]e si è fatto anche senza la lettera del Donati. Siamo stati a desinare un giorno da Silvestro ed il medesimo è stato cosi gentile che il giorno dopo ha voluto accompagnarsi a noi nella gita a Kew.[1]

Aggiungerò che dal Board of Trade ho avuto le pubblicazioni del Dipartimento Meteorologico le quali potranno esser grandemente utili. Ho avuto dal sig Airy Astronomo Reale di Greenwich la descrizione della parte Meteorologica di quell'osservatorio, ed anche a Kew sebbene non vi trovassi il sig.r Stewart direttore potei avere un libretto per l'uso degli strumenti Magnetici. Speriamo di trovare in Parigi migliore incontro dell'altro giorno e di poter levar di sotto anche al Sig.r Leverrier una risma di carta piena di ...

Sono scontento degli strumenti costruiti dal Sig.r Negretti ma non ho autorità per impedire la spedizione e quando sarò costà non potrò non saprò impedire l'accettazione (ma non gli andrò a distribuire) in parentesi per ora [2] ...

Faccia tanti saluti da parte nostra al Prof Tassinari e alla Zia Angiolina ecc e ci voglia tener sempre
per i suoi Affemi Figli

Antonio Pacinotti
Giacinto Pacinotti

Chiudiamo la lettera per occuparci di chiudere i bauli perché questa sera stessa monteremo in battello.

[1] Fin qui Giacinto Pacinotti. Da qui in avanti scrive Antonio Pacinotti.

[2] Il grassetto è mio: già nella lettera del 30 luglio Antonio aveva manifestato al padre l'intenzione di lasciare a tempo debito l'incarico ricevuto dal Matteucci (In nessun modo abbandonerò il posto di Bologna e per conseguenza a Ottobre sarò là mandando ... i nuvoli e i venti a imperversare dove vogliono), qui conferma tale volontà, che tuttavia al momento non vuole giunga alle orecchie del Matteucci.

Il seguito alla prossima puntata

villa pacinotti

Un'oasi di tranquillità nella campagna toscana

tel:  +39 057343473

cell.: +39 3475840382

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

info e prenotazioni: contattaci

Benvenuti

Se siete qui, almeno virtualmente, siete mossi dalla curiosità di saperne di più su questa realtà …

Capita che chi viene a trovarci per la prima volta esclami “questo è un piccolo paradiso!”...

Leggi...

Social

Follow Us

sconto soci tci

sconto Biocard

10% di sconto presso di noi

ed in altre 580 attività bio come noi